Carrello  

Non ci sono prodotti

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Cassa

Valuta: €

 

eum

edizioni università di macerata

sottoscrivi Newsletter

resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept
  • I volumi delle Eum per la futura biblioteca di Sant’Urbano


    Il contribuito della casa editrice dell’Ateneo maceratese alla nuova realtà che nascerà nell’ex scuola dell’Abbazia nell’ambito del progetto “Valle di San Clemente” del Comune di Apiro e dall’impresa Loccioni.

    La casa editrice dell’Università di Macerata Eum ha donato alcuni volumi alla nascenda Biblioteca dell’Abbazia di Sant’Urbano di Apiro. “Siamo felici di contribuire a questa iniziativa che fa parte di un più ampio progetto di rilancio delle nostre aree interne” ha commentato la presidente Simona Antolini.

    La biblioteca è ubicata nella scuola dell’Abbazia di Sant’Urbano, una vecchia scuola rurale recuperata attraverso un sapiente lavoro di restauro nell’ambito di un più ampio progetto di innovazione rurale. Come ha spiegato Alessandro Palombi, tra i referenti del progetto, dal 2017, la Valle di San Clemente e il complesso dell'Abbazia sono diventati “simbolo di quella che il sociologo Aldo Bonomi definisce «smart land operosa, accogliente, giovane e intelligente»”. Fulcro di questo percorso è valorizzare il territorio, grazie all’azione congiunta del Comune di Apiro e dell’Impresa Loccioni, che qui hanno avviato un progetto pubblico-privato, con al centro il patrimonio storico, culturale, artistico, naturalistico, agricolo della vallata e così creare nuovo lavoro in tutta la zona.

    In questo contesto si inserisce il progetto “Biblioteca”, seguito anche da una giovane laureata Unimc, Sara Barboni, che si pone l’obiettivo di allestire una biblioteca del territorio per il territorio, gratuita e aperta al pubblico per la consultazione di pubblicazioni selezionate legate alle tradizioni, agli usi e ai costumi, ai lavori, alle ricette e alla gente del luogo, nonché alla cultura e alla storia del territorio.

    La biblioteca sarà ubicata nella vecchia scuola colonica, circondata da terreni dedicati all’agricoltura rigenerativa ed ecosostenibile, un luogo ideale per conservare la memoria e progettare il futuro, offrire occasioni di scambio culturale e incontri intergenerazionali con autori ed esperti.  

    Sara Barboni, Alessandro Palombi, Simona Antolini, Agostino Regnicoli

    Sara Barboni, Alessandro Palombi, Simona Antolini, Agostino Regnicoli