eum

edizioni università di macerata

sottoscrivi Newsletter

Valuta: €

Carrello  

Non ci sono prodotti

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Cassa

 
resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept
  • In corso di stampa: "Miscellanea di studi di archeologia e antichità in onore del LXX genetliaco di Enzo Catani" a cura di Emanuela Stortoni


    Tra le prossime pubblicazioni segnaliamo il settimo volume della collana "Economia vs Cultura" Miscellanea di studi di archeologia e antichità in onore del LXX genetliaco di Enzo Catani, a cura di Emanuela Stortoni: questa raccolta di scritti in onore del LXX genetliaco di Enzo Catani, finanziata dalla sezione di Beni culturali del Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo dell’Università degli Studi di Macerata, si compone di venti contributi a taglio specialistico differenziato – epigrafico, storico-artistico, archeologico di ambito protostorico, classico, tardo-antico e medievale –, prodotti da amici, colleghi, allievi dell’Omaggiato. Gli ambiti di ricerca, tutti cari alla dialettica scientifica del Catani, spaziano su aree geografiche come la Lybia, la Dalmatia, il Picenum e l’Umbria adriatica e/o su temi, quali il collezionismo o il reimpiego di antiche vestigia, la sfera funeraria in età classica, l’importanza socio-culturale dell’iconografia romana, riflessioni di estetica nell’arte greca-ellenistica. Un volume costruito come spazio lasciato ad un dibattito scientifico libero, nel quale contano soprattutto le fonti, le idee, il rigoroso e razionale uso del metodo di studio, l’onestà intellettuale.

    Emanuela Stortoni è ricercatore di Archeologia classica presso il Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni Culturali e del Turismo dell’Università degli Studi di Macerata, dove insegna Archeologia delle Province romane e tiene un Laboratorio in Metodologie della ricerca archeologica. È direttore di scavo presso l’area del municipio romano di Tifernum Mataurense (Sant’Angelo in Vado – PU), di cui da ormai un ventennio studia l’assetto urbanistico e l’edilizia pubblica, in particolare le terme, con risultati pubblicati in molteplici contributi. Autrice di numerosi studi dedicati all’architettura funeraria di età romana, tra i quali una monografia sui monumenti sepolcrali nel Picenum e nell’Umbria adriatica, si occupa anche di Public Archaeology e di archeometria, nel cui ambito in particolare ha condotto col Department of Neutronspectroscopy di Budapest (Ungheria) ricerche sull’applicazione di tecniche neutroniche per lo studio di antichi manufatti. Ha altresì all’attivo missioni archeologiche e studi sulla Libia. Attualmente è impegnata nell’allestimento della sezione romana del costituendo Museo Archeologico di Fermo ed in un progetto internazionale di ricerca nell’antica città di Suel, l’attuale Fuengirola (Malaga, Spagna).

    2020-06-05 12:12:46