eum

edizioni università di macerata

sottoscrivi Newsletter

Valuta: €

Carrello  

Non ci sono prodotti

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Cassa

resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept
La storia di Nabucco Mostra a grandezza intera

 
 

Informazioni

La storia di Nabucco

Carlo Scheggia, Francesco Giustozzi

eum T

Disponibilità: disponibile

8,00 €

Prezzo ridotto!

-20%

10,00 €

Note sul testo

"Questa non è la storia di un’unica persona, per quanto eroica o terribile possa essere: Nabucco è la storia di tante persone, tanti individui che si trovano uniti da un destino e da alcune scelte che li fanno chiamare 'popolo'. Quelle dei popoli sono storie avventurose, piene di colpi di scena, storie infinite: la gente ebraica ha riempito un immenso libro, il più letto di tutti, la Bibbia, ed era solo l’inizio! Con Nabucco si è conquistata un palcoscenico degno di lei, anche perché molti popoli sofferenti come quello si sono identificati nel destino di quanti cercano una terra dove poter vivere serenamente. (…) È ai bambini di tutti i popoli, a partire da quello italiano, ma senza muri, senza divisioni, che Carlo e Francesco dedicano nuove pagine di questa grande saga, una favola con un finale ancora da scrivere, confidando in un futuro sempre migliore", Introduzione, Francesco Micheli.

La storia di Nabucco tratta dal libretto "Nabucco" di Temistocle Solera
raccontata da Carlo Scheggia
illustrata da Francesco Giustozzi
progetto grafico e impaginazione Francesco Giustozzi

L’iniziativa Sferisterio, Lirica a colori vuole essere uno stimolo alla creatività e all’immaginazione dei bambini alla scoperta del melodramma. Un modo per ricordare, anche agli adulti, che il teatro è un mondo magico.

"dedicato a chi azzera le divisioni
e a chi si impegna ogni giorno ad abbattere i muri"

Note sull'autore
Carlo Scheggia: papà di Valerio e sposato con Federica, svolge la professione di giornalista. Cofondatore del gruppo Esserci Comunicazione di Macerata, scrive e inventa storie. Dedica questo libro a sua moglie.

Francesco Giustozzi: fin da bambino utilizza il tratto e il colore per disegnare mondi. Lavora come graphic designer, ama giocare col digitale, e trova nell’illustrazione il canale perfetto attraverso il quale alimentare la propria creatività.

  • Autore/i Carlo Scheggia, Francesco Giustozzi
  • Codice ISBN 978-88-6056-361-3
  • Numero pagine 24
  • Formato 20x20
  • Anno 2013
  • Editore © 2013 eum edizioni università di Macerata-co-edizione Esserci Comunicazione
Il piacere della lettura, Quotidiano nazionale
Eum Redazione

La lirica diventa favola. E conquista i bambini, di Giuseppina La Face
Ascoltare la bellezza, Il piacere della lettura, Quotidiano nazionale, 11 marzo 2017

I bambini subiscono il fascino delle favole e delle storie. Attraverso il racconto o la lettura apprendono contenuti nuovi, scoprono mondi straordinari. In molti abbiamo amato da piccoli la mitologia greca e germanica grazie a libri colorati, ricchi di figure. Per attirare, bisogna che siano facili da leggere e ben illustrati. Le Edizioni Università di Macerata pubblicano una serie di volumetti, curati da Sara D'Angelo, Paola Nicolini, Carlo Scheggia, che narrano ai bambini alcuni melodrammi famosi. Gli studenti del corso di Psicologia dello sviluppo hanno scritto i testi, in alcuni casi gli alunni delle Scuole primarie del Maceratese li hanno illustrati.
Riassumere la trama di un melodramma, si sa, è difficile: bisogna puntare sulle situazioni salienti, condensare in poche parole intere scene, omettere informazioni che, importanti per la logica, distraggono però dagli snodi centrali. Le difficoltà aumentano se ci si rivolge ai bimbi. Linguaggio, sintesi, selezione decidono il risultato. In genere, al centro di un melodramma dell'Otto e del primo Novecento c'è una storia d'amore impossibile, tormentata, spesso infausta. Certe vicende sono più lineari, come la lunga, tragica attesa di Butterfly; altre più aggrovigliate, calate come sono in eventi storici intricati, o condizionate da eventi del passato che gravano sul presente: ''Il trovatore'' è l'esempio classico.
I libriccini eum che ho sottomano sintetizzano Nabucco, Norma, Trovatore, Otello, Rigoletto, quest'ultimo in inglese (traduzione di Raffaella Merlini). La canzone del Duca, ''La donna è mobile” o il coro “Va' pensiero" nel Nabucco, sono messi graficamente in evidenza, così da dare nell'occhio e imprimersi nella memoria. Al di là della fabula, c'è dunque un riferimento mirato alla musica. È un tratto che andrà rafforzato nel prosieguo della serie: indirizzerà la curiosità dei bambini verso precisi brani musicali, che diventeranno un prezioso bagaglio culturale, soprattutto se poi gli adulti li porteranno a teatro.

 
Leggere:tutti
Eum Redazione

di Mariachiara Tarantino, 6 giugno 2013

Nabucco raccontato ai bambini

L’opera lirica non è un’arte che si rivolge solo agli adulti. Il libro illustrato "La storia di Nabucco" ne è la prova. Il gruppo maceratese Esserci Comunicazione prosegue il percorso rivolto ai più piccoli per promuovere l’opera lirica e, dopo il volume sul libretto di Rigoletto, dedica una nuova uscita ad un titolo di Giuseppe Verdi, nell’anno in cui si festeggia il bicentenario della nascita. Scritto dal giornalista Carlo Scheggia, come il precedente, è illustrato da Francesco Giustozzi, professionista emergente marchigiano, al suo primo lavoro editoriale. Il libro è edito da Eum edizioni Università di Macerata ed è curato dal gruppo Esserci Comunicazione.
"Nabucodonosor" o meglio "Nabucco" segna il successo di Verdi, che diventa un compositore richiestissimo dai teatri più prestigiosi. La storia inizia come cominciano tutte le favole "C’era una volta", ma in realtà il protagonista non è il tremendo re babilonese e nemmeno le sue due figlie, Fenena e Abigaille. "Nabucco" è la storia di tante persone, tanti individui che si trovano uniti da un destino e da alcune scelte che li fanno chiamare "popolo".
L’avventura di questo popolo viene raccontata attraverso dieci tavole a colori. L’illustrazione ha un valore narrativo fondamentale e punta a stimolare la lettura e la creatività dei bambini per far conoscere un mondo composto da varie arti, che rendono "magiche" le rappresentazioni liriche.
Il libro, che ha la supervisione della professoressa Paola Nicolini, docente Unimc di Psicologia dello sviluppo, è realizzato in collaborazione con l’Università di Macerata, il Macerata Opera Festival, prestigiosa manifestazione lirica di respiro internazionale, il Centro Edizioni Università di Macerata e l’associazione La Fabbrica delle Favole, realtà consolidata a livello nazionale, punto di riferimento nell’editoria per ragazzi.
La prefazione è stata scritta da Francesco Micheli, dal 2012 direttore artistico del Macerata Opera Festival, che sta sviluppando un teatro lirico di ricerca, tra concerto e spettacolo, che strizza l’occhio alle nuove generazioni. La scelta di realizzare "La storia di Nabucco" è data dal forte collegamento che c’è tra l’iniziativa editoriale e la stagione lirica maceratese che, infatti, vede in cartellone nel 2013 proprio questa opera, oltre a "Il Trovatore".
Già in vendita nelle librerie, anche online, e su Amazon, il libro ha un costo popolare: 10 euro. Quello di "Nabucco", per il gruppo Esserci Comunicazione, rappresenta il terzo libro illustrato realizzato. L’azienda maceratese, dal 2010, ha sviluppato una divisione editoriale che si occupa di questo progetto, rivolto ai più piccoli con gli albi illustrati, e di un’altra rivista, dal nome "CheMagazine!", che presenta ogni anno la stagione lirica dello Sferisterio di Macerata

www.essercicomunicazione.it

http://www.leggeretutti.net/site/macerata-nabucco-raccontato-ai-bambini/

 
Pagina:1