eum

edizioni università di macerata

sottoscrivi Newsletter

resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept
L’avvenire dei ricordi Mostra a grandezza intera

 
 

Informazioni

L’avvenire dei ricordi

Narrazioni di Leonardo Botticelli e Paola Ciandrini

Con prefazione di Costanza Geddes da Filicaia

Leonardo Botticelli, Paola Ciandrini

Note sul testo
Indietro ci sei già stato di Leonardo Botticelli e Carte sparse di Paola Ciandrini sono opere diverse fra loro nello stile e nella impostazione ma entrambe dotate di notevoli qualità. Botticelli sceglie il genere del racconto lungo per narrare in prima persona le vicende di Giuliano, un uomo ormai attempato che ripercorre, sul filo della memoria e del rimpianto, una giovanile vicenda di fuga, viaggio, iniziazione amorosa e rinuncia. Ciandrini, con grande sapienza, delicatezza e con uno stile sicuro e coinvolgente, prende spunto da alcune sue ricerche storico bibliografiche e di archivio per immaginare una narrazione romanzesca di vicende realmente accadute e testimoniate, almeno nei loro tratti essenziali, proprio dai documenti reperiti.
Nasce così un dittico narrativo, complementare e armonico nella sua varietà, che, grazie alla felice iniziativa concorsuale dell’Edizioni Università di Macerata, trova la giusta valorizzazione tramite la pubblicazione. (Costanza Geddes da Filicaia)

Note sugli Autori
Leonardo Botticelli è laureato in Lettere e Storia presso l’università di Macerata con un percorso aggiuntivo ed extracurricolare in economia. Persegue attualmente studi socio-politici internazionali presso l’università Luiss Guido Carli di Roma.

Paola Ciandrini ha frequentato il curriculum Memorie e Digital Humanities del XXXIV ciclo di Dottorato in Studi linguistici filologici e letterari dell’Università di Macerata. Archivista di formazione e professione, è responsabile e curatrice del progetto Ibridamente (www.ibridamente.it).

Indice
Premessa di Costanza Geddes da Filicaia

Indietro ci sei già stato di Leonardo Botticelli

Capitolo primo
Capitolo secondo
Capitolo terzo
Capitolo quarto
Capitolo quinto
Capitolo sesto
Capitolo settimo
Capitolo ottavo
Capitolo nono
Capitolo decimo
Capitolo undicesimo
Capitolo dodicesimo
Conclusione

Carte sparse di Paola Ciandrini

La bicicletta di Leo
Nel giorno di san Valentino martire
Li chiamavano Lanzalone e Timarco
Il brindisi di Lydia
Cento, quattordici, diciotto
Con ingegno e metodo
Il marziano tallone di Achilles Parius

Note
Narrativa e poesia 13
Premio pubblicazione opera inedita
Collana diretta da Rosa Marisa Borraccini

In copertina: Logo del Premio, illustrazione di Marco FILICIO Marinangeli © 2018

  • Codice ISBN (print) 978-88-6056-770-3
  • Codice ISBN (PDF) 978-88-6056-771-0
  • Codice ISSN (print) 2532-165X
  • Numero pagine 170
  • Formato 12X16,5
  • Anno 2021
  • Editore © 2021 eum edizioni università di macerata
Il Resto del Carlino
Eum Redazione

«L’avvenire dei ricordi» nella collana della Eum

di Alessandro Feliziani, Domenica, Il Resto del Carlino, 3 aprile 2022, p. 8

S’intitola «L’avvenire dei ricordi» ed è l’ultimo, in ordine di tempo, dei volumi editi dalla Eum (Edizioni Università di Macerata) nella collana «Narrativa e poesia», diretta da Rosa Marisa Borraccini. Inserita anni fa nel già ricco catalogo della casa editrice d’ateneo, ora diretta da Luca De Benedictis, la collana era stata ideata quasi in contemporanea con l’avvio del concorso letterario istituito dall’Università per incentivare la passione letteraria degli studenti e valorizzare le migliori espressioni giovanili nel campo di narrativa e poesia. Questo tredicesimo volume, giunto nelle librerie, raccoglie infatti le due opere vincitrici ex aequo della terza edizione del concorso di narrativa, che ha visto premiati: «Indietro ci sei già stato», racconto lungo di Leonardo Botticelli, laureato in lettere e storia, e «Carte sparse», sette racconti brevi scritti da Paola Ciandrini, dottoranda in studi linguistici, filologici e letterari. «L’avvenire dei ricordi» è dunque, come scrive nella prefazione Costanza Geddes de Filicaia, docente di letteratura italiana contemporanea, «un dittico narrativo, complementare e armonico nella sua varietà». Le due opere, diverse per impostazione e stile letterario, sono state premiate per la «originalità contenutistica ed espressiva». Il racconto di Botticelli è «un’esplorazione intimista della maturazione dell’io narrante», un uomo ormai anziano, che ripercorre col necessario distacco degli anni e della saggezza, ma anche con nostalgico rimpianto, una giovanile vicenda di fuga, viaggio, iniziazione amorosa e rinuncia. I sette brevi racconti di Ciandrini sono altrettante narrazioni romanzate di vicende realmente accadute, nonché di personaggi veramente esistiti, la cui identità è svelata dall’autrice solo in calce a ciascuna storia, con un «post scriptum». L’elegante veste grafica è stata curata di Carla Moreschini.

 
Pagina:1