eum

edizioni università di macerata

sottoscrivi Newsletter

Valuta: €

Carrello  

Non ci sono prodotti

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Cassa

 
resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept
Moda e modi di vita Mostra a grandezza intera

 
 

Informazioni

Moda e modi di vita

Figure, generi, paradigmi

Luciana Gentilli, Patrizia Oppici, Susi Pietri (a cura di)

Experimetra

Disponibilità: disponibile

17,10 €

Prezzo ridotto!

-5%

18,00 €

Note sul testo
La moda, prima ancora di diventare leva per i consumi di massa, ha saputo manifestare tutta la sua capacità di mobilitazione del desiderio facendo confluire, in un unico movimento denso di tensioni e contraddizioni, ragioni economiche e pulsioni sessuali, ricerca dell'espressione individuale e costruzione delle identità sociali, obiettivi commerciali e modelli di erotismo. I saggi raccolti in questo volume, dedicati a opere e autori di diverse epoche e distinte scene nazionali, indagano l'intreccio formale tra moda e modi d'esistenza analizzando l'interazione tra le reciproche poetiche, semantiche e proposte di "orientamento della vita" - ed esplorando, simultaneamente, la loro problematica reinvenzione attraverso le forme letterarie.

Note sulle curatrici
Luciana Gentilli insegna letteratura spagnola all'Università di Macerata. I suoi principali interessi di ricerca sono rivolti all'indagine della teatralità in epoca barocca (teatro aureo, letteratura emblematistica, predicazione postridentina) e allo studio del tema dell'educazione e della formazione nella società di corte. Ha scritto libri e saggi su Quevedo, Lope e Calderón de la Barca.

Patrizia Oppici insegna letteratura francese all'Università di Macerata. Studiosa di storia delle idee, ha dedicato diversi libri ai concetti correlati all'altruismo e al dono nella letteratura del Settecento e dell'Ottocento. Ha inoltre pubblicato saggi su Balzac, Flaubert e Proust e sulla letteratura francofona contemporanea.

Susi Pietri insegna lingua e letteratura francese all'Università di Macerata. I suoi interessi di ricerca si rivolgono alle teorie e alle poetiche del romanzo otto-novecentesco in prospettiva interdisciplinare (letteratura francese, letteratura comparata, antropologia letteraria). Ha pubblicato volumi e saggi su Balzac, Flaubert, Gautier, James, Stevenson, Wilde.

Indice
Modi e metamorfosi della moda. Introduzione di Susi Pietri

Rosa Marisa Borraccini,Il trionfo della parrucca. Modelli e nomenclatura dall’Enciclopedia per pettinarsi del conciateste Bartelemi (Venezia 1769)

Luciana Gentilli, Il cicisbeismo screditato. Tra satira misogina e intransigenza religiosa

Tiziana Pucciarelli, Contra el pintarse. Una satira settecentesca inedita di Cándido María Trigueros

Mirko Brizi, La satira contro l’istruzione “vuota” nel Settecento in Spagna. Forme e contenuti

Nuria Pérez Vicente, Mujer, moda, educación. La traducción del Discurso sobre la educación física y moral de las mujeres, de Josefa Amar y Borbón

Patrizia Oppici, Difesa e illustrazione della moda. Dal «Cabinet des Modes» al «Journal de la Mode et du Goût»

Susi Pietri, «Riens». I paradigmi della moda nell’opera di Balzac

Jean-Paul Rogues, L’apparence est sacrée. Le concept d’«apparure» chez Henri Raynal

Daniela Fabiani, Oublier Palerme di Edmonde Charles-Roux. Moda e stili di vita tra Vecchio e Nuovo mondo

Silvia Vecchi, Essere alla moda in ottica beur. Stili e linguaggi della multiculturalità in Entre les murs

Sabrina Alessandrini, Il velo e le adolescenti italiane e francesi nate da famiglie d’immigrati magrebini: moda o modo di vita?

Indice dei nomi

Note
Experimetra
Collana di studi linguistici e letterari comparati
Dipartimento di Studi umanistici – Lingue, Mediazione, Storia, Lettere, Filosofia
1

Full-Text scaricabile gratuitamente in sezione download

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivatives 4.0 International License.

  • Codice ISBN 978-88-6056-517-4
  • Codice ISSN (print) 2532-2389
  • Numero pagine 289
  • Formato 14x21
  • Anno 2017
Studi Francesi
Eum Redazione

di Marco Stupazzoni, « Susi Pietri, «Riens». I paradigmi della moda nell’opera di Balzac, in Moda e modi di vita. Figure, generi, paradigmi », Studi Francesi, 188 (LXIII | II) | 2019, 371.

Nell’imponente e variegata produzione romanzesca e saggistica balzachiana, che comprende non soltanto i testi narrativi (romanzi e racconti) riuniti sotto il titolo di La Comédie humaine, ma anche il ricco corpus di saggi, articoli e frammenti ricomposti e inclusi nelle cosiddette Œuvres diverses, i paradigmi della moda costituiscono una vera e propria esperienza di senso, le quali, pur affidandosi nella loro manifestazione a dei «riens» apparentemente marginali e insignificanti, generano un processo di conoscenza e di interpretazione della società e dell’individuo nelle loro più intime e oscure sfumature e nei loro più imprevisti significati.
La moda, in Balzac, osserva Susi Pietri in questo suo penetrante studio, è anzitutto «promessa e ricerca di individuazione» (p. 186) che si sottrae ai valori condivisi della moltitudine e che, nella sua valenza estetica di pura autonomia autoreferenziale, trova nella figura del dandy la propria esemplare incarnazione. In Balzac, la moda consente alla vita di intersecarsi costantemente con l’arte rivelando una apertura conoscitiva più profonda che non esclude affatto, ma che, al contrario, valorizza il pensiero e la scienza. Attraverso l’interrogazione e la descrizione dei più infimi e dei più intimi dettagli, la moda consente allo scrittore di «elaborare dei nuovi principi di visione e di individuazione delle identità emergenti» (p. 191), dando così forma a una rappresentazione del reale (umano e sociale) dove il frammento si collega all’unità del tutto, e in cui le particolarità indiziarie degli effetti si rapportano indissolubilmente al sistema epistemologico delle cause. In altri termini, conclude Susi Pietri, attraverso «questa reiterata, inesausta attività semiotica ante litteram della vestignomie, il romanzo balzachiano si fa lo spazio dell’ingrandimento di ciò che sembrerebbe infinitamente piccolo, del radicale rovesciamento di prospettiva secondo il quale sono ormai l’infimo e il labile a detenere il senso del generale – in cui l’esplorazione di nuove forme della scrittura romanzesca si allea alla conquista ermeneutica del “segni” della modernità» (p. 203).

Marco Stupazzoni, « Susi Pietri, «Riens». I paradigmi della moda nell’opera di Balzac, in Moda e modi di vita. Figure, generi, paradigmi », Studi Francesi [Online], 188 (LXIII | II) | 2019, online dal 01 février 2020, consultato il 26 mars 2020. URL: http://journals.openedition.org/studifrancesi/19981

 
Pagina:1