eum

edizioni università di macerata

sottoscrivi Newsletter

resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept
Otello Mostra a grandezza intera

 
 

Informazioni

Otello

Sara D'Angelo, Paola Nicolini, Carlo Scheggia (a cura di)

Otello tratto dal libretto Otello di Arrigo Boito

Raccontato da Giada Capasso, Fabio Cosmai, Leonardo Graciotti, Matteo Renzi, Giada Russi, Enrico Simonetti, Pierfrancesco Tordini

Comitato scientifico Paola Nicolini, Marcello La Matina, Luciano Messi, Francesco Micheli, Carlo Scheggia

Disegni dei bambini della scuola primaria Anna Frank di Villa Potenza, Sandro Pertini di Piediripa, Lorenzo Lotto di Recanati e Casa dei Bambini Montessori Via Pace di Macerata

Progetto grafico e impaginazione Riccardo Speca

Il progetto è stato sviluppato nell'ambito del dottorato di ricerca in Human Sciences svolto da Sara D'Angelo, curriculum Psychology, Communication and Social Sciences, grazie al finanziamento di borsa EUREKA

“In queste pagine è narrata una storia che si svolge in una città di mare nell'isola di Cipro. Devi sapere che qualche secolo fa si trovava da quelle parti il coraggioso comandante Otello, detto anche il Moro per via della sua pelle scura. Otello era sposato con una bellissima donna di nome Desdemona e aveva un amico di nome Jago.
Jago però era geloso del fatto che Otello avesse promosso Cassio, un altro personaggio di questa storia, come suo aiutante in campo. E così. con qualche inganno e stratagemma. Jago farà sì che Otello si infuri contro Desdemona.
Questa storia è stata narrata da un celebre scrittore inglese di nome William Shakespeare e poi è stata rielaborata con musica e canto dal noto compositore italiano Giuseppe Verdi, sotto forma di opera lirica.
Questo libricino è stato pensato per i più piccoli, perché possano comprendere l'opera conoscendo la storia che racconta. È anche stato illustrato da bambini e bambine, proprio come te, che si sono divertiti a disegnare alcune scene e personaggi.

Buon viaggio!”

Introduzione

  • Autore/i Sara D'Angelo, Paola Nicolini, Carlo Scheggia (a cura di)
  • Codice ISBN 978-88-6056-476-4
  • Numero pagine 24
  • Formato 20x20
  • Anno 2016
  • Editore © 2016 eum edizioni università di macerata
Il piacere della lettura, Quotidiano nazionale
Eum Redazione

La lirica diventa favola. E conquista i bambini, di Giuseppina La Face
Ascoltare la bellezza, Il piacere della lettura, Quotidiano nazionale, 11 marzo 2017

I bambini subiscono il fascino delle favole e delle storie. Attraverso il racconto o la lettura apprendono contenuti nuovi, scoprono mondi straordinari. In molti abbiamo amato da piccoli la mitologia greca e germanica grazie a libri colorati, ricchi di figure. Per attirare, bisogna che siano facili da leggere e ben illustrati. Le Edizioni Università di Macerata pubblicano una serie di volumetti, curati da Sara D'Angelo, Paola Nicolini, Carlo Scheggia, che narrano ai bambini alcuni melodrammi famosi. Gli studenti del corso di Psicologia dello sviluppo hanno scritto i testi, in alcuni casi gli alunni delle Scuole primarie del Maceratese li hanno illustrati.
Riassumere la trama di un melodramma, si sa, è difficile: bisogna puntare sulle situazioni salienti, condensare in poche parole intere scene, omettere informazioni che, importanti per la logica, distraggono però dagli snodi centrali. Le difficoltà aumentano se ci si rivolge ai bimbi. Linguaggio, sintesi, selezione decidono il risultato. In genere, al centro di un melodramma dell'Otto e del primo Novecento c'è una storia d'amore impossibile, tormentata, spesso infausta. Certe vicende sono più lineari, come la lunga, tragica attesa di Butterfly; altre più aggrovigliate, calate come sono in eventi storici intricati, o condizionate da eventi del passato che gravano sul presente: ''Il trovatore'' è l'esempio classico.
I libriccini eum che ho sottomano sintetizzano Nabucco, Norma, Trovatore, Otello, Rigoletto, quest'ultimo in inglese (traduzione di Raffaella Merlini). La canzone del Duca, ''La donna è mobile” o il coro “Va' pensiero" nel Nabucco, sono messi graficamente in evidenza, così da dare nell'occhio e imprimersi nella memoria. Al di là della fabula, c'è dunque un riferimento mirato alla musica. È un tratto che andrà rafforzato nel prosieguo della serie: indirizzerà la curiosità dei bambini verso precisi brani musicali, che diventeranno un prezioso bagaglio culturale, soprattutto se poi gli adulti li porteranno a teatro.

 
Domenica, Il Sole 24 Ore
Eum Redazione

Giancarlo Petrella recensisce i libri della serie "Bambini all'Opera” a cura di Sara D’Angelo, Paola Nicolini e Carlo Scheggia per la “Domenica” de “Il Sole 24 Ore” (5 febbraio 2017).

 
Pagina:1