eum

edizioni università di macerata

sottoscrivi Newsletter

Valuta: €

Carrello  

Non ci sono prodotti

0,00 € Spedizione
0,00 € Totale

Carrello Cassa

resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept
Un Welfare State senza benessere Mostra a grandezza intera

 
 

Informazioni

Un Welfare State senza benessere

Insegnanti, impiegati, operai e contadini nel sistema di previdenza sociale dell’Unione Sovietica (1917-1939)

Caroli Dorena

Biblioteca di HECL

Disponibilità: disponibile

16,00 €

Prezzo ridotto!

-20%

20,00 €

Edizione riveduta e aggiornata

Note sul testo

Dopo la Rivoluzione d’Ottobre, Lenin e i bolscevichi promisero l’avvento di una nuova società priva delle ingiustizie sociali del passato zarista ma in breve tempo dovettero far fronte alle conseguenze sociali del primo dopoguerra e agli eventi che culminarono nella grave carestia del 1921. Scopo di questo volume è quello di ricostruire la storia del Welfare State sovietico del periodo compreso fra le due guerre nei suoi aspetti legislativi, istituzionali e sociali grazie a un complesso metodo d'indagine che coniuga macrostoria e microstoria. Questo metodo consente di variare la scala di osservazione delle riforme della previdenza sociale, cioè di analizzare sia il funzionamento delle casse assicurative sul territorio sovietico in relazione alle modalità di finanziamento, sia lo sviluppo delle prestazioni sociali nella città di Mosca, che presenta i casi particolari dell’industria di automobili "Amo-ZiL", della "scuola n. 25" e delle pensioni di guerra.
Grazie a un paziente scavo negli Archivi dell’ex Urss, questo studio rivela altresì l’impatto del sistema di protezione sociale sulla vita quotidiana della popolazione e l’evoluzione sorprendente di un sistema che non mirava a garantire un trattamento egalitario dei lavoratori bensì a privilegiare coloro che contribuivano maggiormente all'industrializzazione del paese (gli operai qualificati) a scapito delle categorie più deboli e meno qualificate (invalidi e disoccupati), suscitando ondate di protesta espresse da parte delle differenti categorie sociali, in molti casi, per mezzo dell’invio di lettere alle autorità. Questo volume getta anche una nuova luce sulla trasformazione del sistema di protezione sociale, comune anche agli altri Stati europei colpiti dalla Grande Depressione, benché in Urss, essa non sia sfociata in misure di politica razziale come accadde invece nella Germania nazista.

Note sull'autore

Dorena Caroli (Faenza, 1966) è professore associato di Storia dell’educazione presso il Dipartimento di Scienze della Formazione, dei Beni culturali e del Turismo dell’Università degli Studi di Macerata. Tra i suoi lavori più recenti si segnalano: L’enfance abandonnée et délinquante dans la Russie soviétique, 1917-1937 (2004); Ideali, ideologie e modelli formativi. Il movimento dei Pionieri in Urss, 1922-1939 (2006); Cittadini e patrioti. Educazione, letteratura per l’infanzia e formazione dell’identità nazionale nella Russia sovietica (2011); Per una storia dell’asilo nido in Europa tra Otto e Novecento (2014). Si occupa attualmente di storia della letteratura per l’infanzia in Russia e in Unione Sovietica.

Indice

Prefazione di Roberto Sani

Introduzione. Fonti inedite e nuove metodologie per lo studio della previdenza sociale di Lenin e Stalin

Avvertenze ai lettori

Capitolo primo. La nascita delle assicurazioni sociali nella Russia zarista (1903-1917)
1.1. L’introduzione delle casse di malattia per gli operai a San Pietroburgo e a Mosca
1.2. La nascita delle casse di mutuo soccorso per i maestri e gli insegnanti

Capitolo secondo. La Rivoluzione d’Ottobre e l’assicurazione sociale dei bolscevichi (1917-1921)
2.1. La legislazione previdenziale e la riforma delle Casse assicurative
2.2. La previdenza sociale in natura nell’industria di automobili Amo di Mosca

Capitolo terzo
Il debito cronico delle istituzioni previdenziali centrali e locali (1922-1927)
3.1. La prima riforma delle Casse assicurative centrali e locali (1922-1923)
3.2. La riforma del 1924 e la fusione dei fondi assicurativi per la malattia e la disoccupazione
3.3. La riforma del 1926 e la creazione di due fondi assicurativi centrali
3.4. La procedura di attribuzione dell’assicurazione per la malattia e l’invalidità
3.5. Le richieste dell’indennizzo per la malattia e l’invalidità
3.6. Il dibattito sull’indennità di disoccupazione
3.7. Le richieste del sussidio di disoccupazione
3.8. La previdenza sociale dei contadini e dei braccianti
3.9. Le pensioni personali per meriti eccezionali di fronte al paese
3.10. Le pensioni sociali per educatori, maestri, insegnanti e docenti
3.11. Lo sviluppo della Cassa assicurativa provinciale di Mosca
3.12. La previdenza sociale nell’industria di automobili Amo di Mosca

Capitolo quarto. La pianificazione del sistema previdenziale e assistenziale (1928-1932)
4.1. L’evoluzione della legislazione previdenziale
4.2. L’organizzazione delle Casse assicurative di settore e dei centri di pagamento nelle industrie
4.3. La pianificazione delle spese sanitarie e la lotta contro gli infortuni sul lavoro
4.4. Le lagnanze dei lavoratori contro l’aumento dei prezzi e la pianificazione
4.5. Le richieste dell’indennizzo per la malattia e l’invalidità
4.6. La limitazione e la soppressione del sussidio di disoccupazione
4.7. Le richieste di cura e assistenza da parte delle donne
4.8. Lo sviluppo della Cassa assicurativa provinciale di Mosca
4.9. Le domande del sussidio di disoccupazione nella città di Mosca
4.10. Il trattamento previdenziale pianificato nell’industria di automobili ZiS di Mosca

Capitolo quinto. Il trasferimento della previdenza sociale nella competenza dei Sindacati (1933-1937)
5.1. L’abolizione delle Casse assicurative territoriali
5.2. La revisione del bilancio della previdenza sociale
5.3. La creazione dei soviet dell’assicurazione sociale
5.4. Le richieste dell’indennizzo per la malattia e l’invalidità
5.5. La richiesta di assistenza a Nadežda K. Krupskaja
5.6. Il trattamento previdenziale nell’industria di automobili ZiS (1933-1939) di Mosca
5.7. Lo sviluppo dell’istruzione a Mosca e la "Scuola di Stalin"
5.8. La pensione di guerra per i rivoluzionari del 1905, i partigiani e i soldati rossi

Conclusioni

Elenco delle riforme e delle istituzioni previdenziali

Appendice. Spese dell’Assicurazione Sociale in URSS

Bibliografia

Indice dei nomi

Note

Biblioteca di «History of Education & Children’s Literature» n. 11

  • Autore/i Caroli Dorena
  • Codice ISBN 978-88-6056-424-5
  • Codice ISSN (print) 2421-2784
  • Linea Editoriale eum dir
  • Numero pagine 384
  • Formato 14x21
  • Anno 2015
  • Editore © 2015 eum edizioni università di macerata
Il mestiere di storico
Eum Redazione

di Alessandro Salacone, Il mestiere di storico, VIII/1, 2016, p. 165

"Il volume di Caroli, che è un'edizione riveduta e aggiornata di quella del 2008, si inserisce nel filone delle ricerche dell'a. sulla storia sociale dell'Urss negli anni '20 e '30, in particolare sulla condizione dell'infanzia e dei modelli educativi e associativi nei primi decenni dell'Uniona Sovietica. In questo studio l'a. indaga le origini del sistema di protezione sociale elaborato dai bolscevichi e la sua evoluzione tra il 1917 al 1937, attraverso l'intreccio dell'analisi macrostorica del processo di evoluzione della legislazione sociale e di quella macrostorica della condizione di determinate realtà, quali le Casse assicurative di Mosca, l'industria di automobili Zil, la 'Scuola di Stalin' a Mosca..."

http://www.sissco.it/il-mestiere-di-storico/

 
Pagina:1