eum

edizioni università di macerata

subscribe to Newsletter

Cart  

No products

0,00 € Shipping
0,00 € Total

Cart Check out

Currency: €

 
resep masakan >resep masakan Adi Sucipto News and Entertainment delicious recipe berita bola jual obral pojok game recept

Rules and Regulations

Regolamento delle Edizioni Università di Macerata (EUM) e del Centro per le Edizioni dell’Università di Macerata (CEUM) 
(d.r. n. 206 del 27 maggio 2021)

Titolo I
Disposizioni generali
 
Art. 1
Oggetto

1.  Il presente regolamento disciplina:
- le  finalità, i compiti e gli organi delle Edizioni dell’Università di Macerata (d’ora in poi EUM), denominate anche EUM - Macerata University Press ai fini della circolazione delle sue pubblicazioni in contesti internazionali;
- la struttura organizzativa, le risorse, le competenze e le modalità di funzionamento del Centro per le Edizioni dell’Università di Macerata (d’ora in poi CEUM), preposto al coordinamento e alla gestione delle EUM, in conformità con quanto previsto dallo Statuto di autonomia e dal Regolamento generale di organizzazione.
 

Titolo II
Edizioni dell’Università di Macerata (EUM)
 
Art. 2
Finalità, principi e compiti

1. Attraverso le proprie pubblicazioni le EUM aspirano a diffondere le idee e a partecipare al dibattito scientifico e culturale nazionale e internazionale con una propria riconoscibile voce.
A questo scopo, le EUM accolgono proposte e ne elaborano di proprie per:
a) la pubblicazione di volumi, monografie e collettanee, in italiano e in altre lingue;  
b) la pubblicazione di riviste scientifiche, in italiano e in altre lingue;  
c) la pubblicazione di manuali e di testi per la didattica, in particolar modo quella innovativa;
d) la traduzione di volumi pubblicati da editori stranieri e in altre lingue;
e) l’individuazione di autori e curatori per la pubblicazione di volumi, monografie e collettanee;
f) la promozione della ricerca scientifica, dell’Ateneo di Macerata e non solo;  
g) la promozione della divulgazione scientifica;  
h) la diffusione della conoscenza scientifica attraverso la partecipazione a eventi culturali;
i) l’organizzazione di incontri scientifici, culturali e divulgativi e di iniziative dell’Ateneo di Macerata  e  di  altre  istituzioni  universitarie  o  culturali  volte  alla  promozione  e  divulgazione della ricerca scientifica e del pensiero.
2.  Le  EUM  svolgono  e  favoriscono  attività  di  formazione  e  di  tirocinio  negli  ambiti  di  propria competenza, offrono stage agli studenti e studentesse dell’Università degli Studi di Macerata, di altre istituzioni di educazione terziaria e agli studenti stranieri in programmi di scambio e collaborazione con l’Ateneo di Macerata.
3.  Fatti salvi i prioritari interessi della comunità scientifica e della comunità universitaria, le EUM possono fornire servizi a Enti pubblici e a soggetti privati in conformità con le vigenti disposizioni regolamentari.
4.  Le EUM rifiutano, in generale e all’interno del proprio contesto specifico, comportamenti discriminatori in base al genere, alla etnia, alla lingua, alla religione, all’orientamento sessuale, alla opinione politica e alla condizione personale e sociale.


Art. 3
Modalità di svolgimento dell’attività

1. Le pubblicazioni EUM sono in formato cartaceo e digitale, sia ad accesso controllato sia ad accesso gratuito e libero (open access).
2. Le pubblicazioni EUM sono selezionate e valutate secondo standard internazionali, in particolare quelli adottati dalla associazione delle University Press Italiane (UPI), in genere attraverso un sistema di (single o double blind) peer review.  
3. Le pubblicazioni possono essere anche raccolte in Collane, se accomunate da tematiche specifiche.  Le  Collane  si  prefiggono  la  costruzione  di  percorsi  editoriali  originali  e  innovativi  e adottano standard internazionali, dotandosi di uno specifico Comitato Scientifico, di elevato profilo nazionale e internazionale.
4. Ogni proposta editoriale è valutata dal Comitato editoriale delle EUM.
5. Le proposte editoriali in Collana sono preventivamente valutate dal Comitato Scientifico della singola Collana che ne invia proposta al Comitato editoriale delle EUM che, sentito il parere di referee anonimi, ne approva la pubblicazione.
 

Art. 4
Organi

1. Per lo svolgimento dei propri compiti, le EUM si avvalgono:  
a) del Consiglio di direzione;
b) del Comitato editoriale.

Art. 5
Il Consiglio di direzione

1. Il Consiglio di direzione è composto da:
- delegato del Rettore, con funzioni di Presidente del CEUM;
- un rappresentante per ciascun Dipartimento dell’Ateneo, individuati tra professori e ricercatori come previsto dal successivo comma;
- Responsabile del CEUM, con funzione di segretario verbalizzante;
- un rappresentante dei dottorandi di ricerca iscritti ai corsi di dottorato dell’Ateneo;
- un rappresentante degli studenti membro del Consiglio degli studenti dell’Ateneo.
2. I rappresentanti dei Dipartimenti dell’Ateneo sono designati sulla base di una rosa di quattro nominativi formulata da ciascun Dipartimento e trasmessa al Presidente del CEUM. Il Presidente del CEUM presenta al Senato accademico i nominativi così pervenuti e propone una graduatoria di idonei per ciascun Dipartimento; il Senato accademico delibera in ordine a tali graduatorie e designa i rappresentanti che restano in carica per tre anni e possono essere confermati  una  sola  volta.  In  caso  di  sopravvenuta  impossibilità permanente  a  ricoprire  la carica da parte di un rappresentante designato, subentra il primo nominativo non designato
della graduatoria del rispettivo Dipartimento, che resta in carica per il restante periodo.
3. Il rappresentante dei dottorandi di ricerca è designato dal Presidente del CEUM sulla base di una rosa di tre nominativi fornita dal Direttore della Scuola di dottorato. Il rappresentante così  designato  resta  in  carica  per tre anni  o  fino all’ottenimento del  titolo  di  Dottore  di  ricerca.
4. Il rappresentante degli studenti è designato dal Presidente del CEUM sulla base di una rosa di tre nominativi fornita dal Consiglio degli studenti. Il rappresentante così designato resta in carica fino al termine del suo mandato all’interno del Consiglio degli studenti.  
5. Il Consiglio di direzione è nominato con decreto del Rettore.
6. Il  Consiglio  di  direzione  è  convocato  dal  Presidente  del  CEUM  in  seduta  ordinaria  almeno ogni due mesi, e in seduta straordinaria, se sussistono particolari motivi di necessità ed urgenza.
7. Alle riunioni del Consiglio di direzione può partecipare, su invito del Presidente e del Responsabile  del  CEUM,  senza  diritto  di  voto  e con  funzione  tecnica  e  attuativa,  il  personale  del CEUM o altra figura tecnica con competenze specifiche.
8. Il Consiglio di direzione può deliberare sulle materie di sua competenza, anche in modalità di riunione telematica.  
9. Il Consiglio di direzione svolge attività di indirizzo strategico pluriennale, che le rende esplicite in un Piano strategico pluriennale (PSP) e in un Piano attuativo annuale (PAA) da presentare annualmente per conoscenza al Senato accademico.
10. In particolare, il Consiglio di direzione:
a) elabora e approva il Piano strategico pluriennale (PSP);
b) individua gli obiettivi annuali delle attività del CEUM in concordanza con il (PSP), con particolare riferimento allo sviluppo e all’ampliamento dell’attività editoriale, ed elabora e approva il Piano attuativo annuale (PAA);
c) elabora e propone per la sua approvazione al Senato accademico il Codice deontologico di cui all’articolo 8;
d) propone al Senato accademico le graduatorie di idonei al fine della designazione dei rappresentanti per ciascun macrosettore ERC (European Research Council) presente in Ateneo nel Comitato editoriale;
e) approva il Piano di lavoro annuale e il calendario delle attività del CEUM, come proposto dal Responsabile del CEUM;
f) approva tutti gli atti e i documenti previsti per la gestione contabile del CEUM, così come definiti dal Regolamento di Ateneo per l’amministrazione, la finanza e la contabilità.
11. In caso di necessità e urgenza, i provvedimenti di competenza del Consiglio di direzione possono essere adottati dal Presidente e sono sottoposti a ratifica nella prima seduta successiva. 

Art. 6
Il Comitato editoriale

1.  Il Comitato editoriale delle EUM è composto da:
- delegato del Rettore, con funzioni di Presidente del CEUM;
- vice-Presidente del CEUM;
- un rappresentante per ciascun macrosettore ERC (European Research Council) presente in Ateneo, individuati tra professori e ricercatori come previsto dal successivo comma;  
- Responsabile del CEUM.
2. I rappresentanti dei macrosettori ERC (European Research Council) sono designati sulla base  di  una  graduatoria  di  idonei  per  ciascun  macrosettore  proposta  dal  Consiglio  di  direzione  delle EUM al Senato accademico. Il Senato accademico delibera in ordine a tali graduatorie  e designa i rappresentanti che restano in carica per tre anni e possono essere confermati una  sola volta. In caso di sopravvenuta impossibilità permanente a ricoprire la carica da parte di  un rappresentante designato, subentra il primo nominativo non designato della graduatoria del rispettivo macrosettore ERC, che resta in carica per il restante periodo.
3. Il Comitato editoriale è nominato con decreto del Rettore.
4. Il Comitato editoriale è convocato dal Presidente del CEUM in seduta ordinaria almeno ogni  tre mesi, e in seduta straordinaria, se sussistono particolari motivi di necessità ed urgenza.  
5. Il Comitato editoriale svolge attività di programmazione scientifica, proposta e coordinamento  della valutazione delle pubblicazioni delle EUM.
6. In particolare, il Comitato editoriale:
a) fornisce supporto al Consiglio di direzione nella attuazione della linea editoriale stabilita dal Piano Strategico Pluriennale (PSP);
b) valuta le proposte editoriali pervenute, anche dei volumi in Collana, esprimendo pareri in merito alla loro pubblicazione e identificando i referee appropriati;
c) sottopone al Consiglio di direzione proposte di iniziative editoriali utili a sviluppare i tipi delle EUM, a diffondere le idee e a partecipare al dibattito scientifico e culturale nazionale  e internazionale con una propria riconoscibile voce. 

Art. 7
Finanziamento delle opere pubblicate dalle EUM

1. Sono a carico dell’Università, compatibilmente con le disponibilità delle risorse finanziarie assegnate ai sensi del successivo articolo 14, con possibilità di integrazione di contributi esterni:  
a) le pubblicazioni di Ateneo, rivolte a illustrarne la storia e le attività;  
b) gli atti di convegni e congressi organizzati dall'Ateneo, in proprio o in collaborazione con  soggetti terzi, e valutate in peer review;  
c) le riviste scientifiche di classe A (classificazione ANVUR) e indicizzate in database internazionali (SCOPUS, ISI) prodotte all’interno dell’Ateneo;  
d) le pubblicazioni e le traduzioni di opere in lingua straniera e i manuali di didattica innovativa, specificatamente selezionate dal Consiglio di direzione.
2. Nel caso di pubblicazioni relative ad attività di singole strutture di Ateneo (Centri di ricerca, Laboratori, Dipartimenti, Corsi di dottorato, Scuole et similia) i costi necessari sono a carico della struttura proponente.
3. Sono a carico dei Dipartimenti, con possibilità di integrazione di contributi esterni le pubblicazioni dei Dipartimenti raccolte in collane ufficiali.
4. Le opere dei docenti e dei ricercatori, nonché le pubblicazioni dei dottori di ricerca e di altri soggetti titolari di rapporti con l’Università di Macerata sono a carico degli autori, i quali possono comunque ottenere un cofinanziamento da parte dell’Ateneo e dei Dipartimenti, ferma  restando la possibilità di integrazione di contributi esterni.
5. Le pubblicazioni proposte da altri atenei, da enti di ricerca e soggetti pubblici e privati, edite con il marchio EUM, sono a carico dei proponenti, fatta salva la possibilità del Comitato editoriale di promuovere - anche attraverso l’individuazione di risorse e partner che le sostengano finanziariamente - iniziative editoriali autonome nell’ambito degli obiettivi strategici.

Art. 8
Codice Deontologico

1. Le EUM osservano il Codice Deontologico proposto dal Consiglio di Direzione e approvato dal  Senato accademico e lo attuano, per ciò che riguarda la produzione EUM, in concordanza con le indicazioni del Committee on Publication Ethics (COPE).

Titolo III
Centro per le Edizioni dell’Università di Macerata (CEUM)
 
Art. 9
Il Centro per le Edizioni dell’Università di Macerata (CEUM)

1. Il CEUM è la struttura amministrativa, conforme all’articolazione interna risultante a seguito della revisione organizzativa dell’Ateneo, preposta alla gestione delle EUM, di cui cura  la stampa, la distribuzione e la commercializzazione dei prodotti editoriali, inclusi quelli audiovisivi  e  digitali, nonché  l’organizzazione  di  eventi scientifici,  culturali  e divulgativi  legati  alla produzione editoriale – delle EUM e non – e alla sua diffusione secondo gli indirizzi comunicati dal Presidente del CEUM ed elaborati dal Consiglio di direzione.

Art. 10
Funzioni  

1. Il CEUM provvede:
a) alla edizione e alla stampa o alla pubblicazione digitale di monografie, periodici e altre pubblicazioni concernenti ricerche e lavori originali svolti nell’ambito dell’Università di Macerata ovvero di altri atenei, enti di ricerca e soggetti, pubblici e privati, comunque interessati alla produzione e diffusione di prodotti culturali di comprovato valore scientifico e di alta divulgazione;
b) alla cura dei rapporti con altri editori per eventuali co-edizioni e con librerie e agenzie di distribuzione libraria, sia in forma tradizionale sia in forma digitale, in Italia e all’estero;
c) alla commercializzazione diretta delle proprie pubblicazioni attraverso i canali tradizionali nonché mediante la piattaforma e-commerce;
d) alla conservazione e catalogazione delle pubblicazioni EUM e alla gestione dell’Archivio Digitale (Open Archive) dei propri prodotti;
e) alla promozione dell’attività editoriale attraverso la partecipazione alle fiere librarie, la pubblicazione del Catalogo annuale e della Newsletter, l’aggiornamento del sito web dedicato.

Art. 11
Struttura organizzativa

1. Per lo svolgimento dei propri compiti istituzionali il CEUM si avvale:
a) di un delegato del Rettore, con funzioni di Presidente del CEUM;
b) del Responsabile del Centro.

Art. 12
Il Presidente

1. Il Presidente del CEUM è un docente o una docente dell’Ateneo, di prima o seconda fascia, nominato dal Rettore per la durata di tre anni e che può essere confermato una sola volta.
2. Il Presidente esercita il potere di impulso e indirizzo sulla costruzione dei tipi editoriali delle EUM e vigila sull’attuazione da parte del CEUM delle direttive impartite dal Presidente stesso e dal Consiglio di direzione. In particolare:
a) definisce le  priorità e i programmi da attuare per  la  costruzione dei tipi editoriali delle EUM;
b) convoca e presiede il Consiglio di direzione e il Comitato editoriale delle EUM;
c) sovrintende all’indirizzo strategico delle attività come deliberato dal Consiglio di direzione delle EUM;  
d) sceglie fra i membri del Consiglio di direzione delle EUM un vice-Presidente;
e) propone al Senato accademico le graduatorie di idonei al fine della designazione dei rappresentanti per ciascun Dipartimento nel Consiglio di direzione;
f) designa il rappresentante dei dottorandi di ricerca e il rappresentante degli studenti nel Consiglio di direzione;
g) vigila,coadiuvato dal Responsabile del CEUM, sul funzionamento del CEUM in base alle linee programmatiche definite dal Consiglio di direzione, curandone l’attuazione;
h) rappresenta le EUM nei rapporti con gli organi di governo dell’Ateneo e nei rapporti con terzi.

Art. 13
Il Responsabile del Centro

1. Le attività e i servizi del CEUM sono coordinati da un Responsabile, appartenente al personale tecnico-amministrativo di ruolo.  
2. Qualora l’assetto organizzativo generale dell’Ateneo, definito con atto del Direttore generale adottato ai sensi dell’articolo 22, comma 2,  ettera c) dello Statuto di autonomia secondo i principi di cui all’articolo 21 del medesimo atto normativo, preveda la collocazione del CEUM all’interno di altra Struttura, in assenza di specifico atto di incarico, il Responsabile del CEUM è individuato nel Responsabile della Struttura sovraordinata.     
3. Il Responsabile svolge i seguenti compiti:
a) propone, per  l’approvazione,  le  Linee  Guida  con le  Direttive  tecniche  che  definiscono  i termini e le condizioni della produzione editoriale, al Consiglio di direzione;  
b) redige un Piano di lavoro annuale e un Calendario delle attività del CEUM, approvato dal Consiglio di direzione, che gli autori delle pubblicazioni EUM e il Comitato editoriale devono  prendere  in  considerazione  nella  pianificazione  della  produzione  dei  prodotti  e
delle attività;
c) coordina  le  attività  del  CEUM  e  cura  la  regolare  esecuzione  dei  servizi  nei  confronti dell’utenza, sia interna sia esterna all’Università;
d) predispone la proposta di budget economico del CEUM, cura la rendicontazione dei fondi e adotta, per quanto di competenza, gli atti e i provvedimenti amministrativi necessari alla realizzazione degli obiettivi assegnati dal Presidente e dal Consiglio di direzione, esercitando i poteri di spesa e di acquisizione delle entrate;
e) sottoscrive i contratti funzionali alla pubblicazione di opere e studi da parte delle EUM;
f) dirige, coordina e controlla l’attività degli uffici che compongono il CEUM e dei responsabili dei procedimenti amministrativi;
g) provvede  alla  gestione  del  personale  e  delle  risorse  finanziarie  e  strumentali  attribuite alla struttura;
h) predispone una relazione annuale sulle attività svolte e sul raggiungimento degli obiettivi, da sottoporre al Consiglio di direzione e al Direttore generale;
i) svolge ogni altro compito delegato dal Direttore generale o attribuito dallo Statuto e dai regolamenti dell’Università.

Art. 14
Risorse finanziarie

1. Per lo svolgimento dei propri compiti, il CEUM dispone di un’apposita dotazione finanziaria, stabilita annualmente con provvedimento del Consiglio di amministrazione e successivo decreto di assegnazione del Direttore generale del budget annuale e triennale, nell’ambito della  programmazione economica e finanziaria dell’Ateneo.
2. Il finanziamento del CEUM è costituito inoltre:
a)  da specifici contributi derivanti dalla partecipazione a programmi dell’Unione europea e di altri organismi nazionali e internazionali;
b) dai corrispettivi derivanti dalle prestazioni svolte su base convenzionale con enti e soggetti pubblici e privati;
c)  dalla vendita delle pubblicazioni e dagli abbonamenti alle riviste nel rispetto delle normative vigenti.

Titolo IV
Disposizioni finali

Art. 15
Diritti d’autore

1. I  diritti d’autore sono regolati a norma della legge sulla protezione del diritto d’autore e  di altri diritti connessi al suo esercizio.

Art. 16
Rinvio

1.  Per quanto non previsto dal presente Regolamento, si  rinvia allo Statuto  d’autonomia dell’Università, ai Regolamenti di Ateneo e alle norme generali dell’ordinamento universitario.   

Art. 17
Entrata in vigore

1. Il  presente Regolamento entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione nel sito web istituzionale d’Ateneo.
2. Il presente Regolamento sostituisce e abroga il Regolamento del Centro Edizioni Università di Macerata e delle pubblicazioni scientifiche di Ateneo (CEUM) emanato con d.r. n. 203 del 9

Scarica la Versione pdf